Perché Vaporizzare il CBD??

Ormai possiamo trovare tantissimi modi per utilizzare il CBD. Gli effetti del CBD possono essere enormemente influenzati dal modo in cui viene erogato il materiale nel nostro organismo. Noi consigliamo di vaporizzare il CBD ed ora vi spieghiamo il perchè.

Consumo orale di CBD e biodisponibilità

CBD

Non tutto il CBD che viene consumato colpisce direttamente il nostro organismo, infatti solo una percentuale di esso ha un effetto attivo su di noi, questa percentuale è chiamata “biodisponibilità”. La biodisponibilità varia notevolmente a seconda di come il CBD entra nel nostro sistema. Per esempio, se il CBD viene consumato per via orale la sua biodisponibilità è solo del 15%, ciò significa che da 100mg di materiale mangiato solo 15mg entreranno nel flusso sanguigno rilasciando così il principio attivo.

Questo accade perché il CBD in realtà non è decisamente solubile quindi verrà espulso dopo non molto tempo dal nostro flusso sanguigno. Si diffonderà rapidamente e si accumulerà nei tessuti grassi, questo riduce la quantità di principio attivo che viene immesso nella circolazione. Fino ad arrivare al fegato che riduce ulteriormente la quantità del CBD.

CBDIl CBD e la vaporizzazione

Se vuoi aumentare efficacemente la quantità di principio attivo di CBD immessa nel tuo corpo, il metodo migliore per consumarlo e più apprezzato. Vaporizzando il CBD lo farai entrare direttamente nei polmoni, saltando di attraversare intestino e fegato. Vaporizzare il CBD elimina qualsiasi perdita dovuta alla rottura degli enzimi epatici e anche dall’assorbimento e aumenta la biodisponibilità del CBD fino al 60% circa.

Se vaporizzerai il CBD scoprirai che potrai sentire gli effetti  per un’ora abbondante dopo la vaporizzazione. Questo rende la vaporizzazione il modo più efficiente per usufruire del CBD.

CBD

È necessario verificare che il CBD che stai usando possa essere effettivamente vaporizzato, questo problemino lo si può trovare quando si utilizza l’olio di CBD. Basta leggere su le istruzioni o in assenza di queste ricorrere al buon vecchio google.

Il CBD si può trovare anche in forma di cera come per esempio Grizzly’s CBD Wax, che può fornire un’esperienza veramente indimenticabile. Se è la vostra prima volta, vi consigliamo di utilizzare questa cera che è  risultata una delle migliori che si possono trovare in commercio, sia come qualità che come prezzo.

CDB Wax

Vaporizzare CBD è una pratica nuova che sta esplodendo in tutto il mondo, molte persone ne stanno scoprendo i suoi benefici. Se lo provi anche tu troverai il tuo “vantaggio”.

5 Motivi per Vaporizzare

Salute (risulta più sano)

5 motivi per vaporizzare

La vaporizzazione è un’esperienza pura e salutare che, non solo avvantaggia i tuoi polmoni ma tutto il tuo corpo e organismo. Quando utilizzi un vaporizzatore stai evitando tutti gli effetti dannosi del fumo come: catrame, monossido di carbonio e altre tossine chimiche date proprio dalla combustione. Con questo dispositivo che funziona tramite riscaldamento dei materiali secchi, ti permetterà di evaporare i principi attivi godendo dei loro benefici allontanando tutti gli effetti dannosi.

Efficienza e risparmio

5 motivi per vaporizzare

La vaporizzazione, a lungo andare, ti farà risparmiare denaro e salute. Il vaporizzatore è risultato più efficiente nell’ottenere la massima estrazione del principio attivo del materiale vaporizzatore. Utilizzare un vaporizzatore portatile o da tavolo ti garantisce un’assunzione del principio attivo maggiore del 40/50 % in confronto a quando “fumi” provocando combustione.

Aroma e Qualità del vapore

5 motivi per vaporizzare

Il vaporizzare ti permette di assaporare effettivamente il vero aroma del materiale inserito al suo interno, molto di più in confronto a quando fumi normalmente. Perché non stai creando combustione quindi monossido di carbonio. Il risultato è un sapore più pulito, più puro e più gustoso. La maggior parte delle persone ne rimane piacevolmente sorpresa.

Nessun fumo fastidioso

5 motivi per vaporizzare

I vaporizzatori non producono fumo ma bensì vapore. Il vapore non staziona nell’aria ma si dissolve, non lasciando residui nell’ambiente circostante. Il vapore svanisce entro pochi secondi dall’espirazione. Un ulteriore vantaggio è che i tuoi vestiti, la tua casa e la tua macchina non puzzeranno più. Oltretutto non avrai bisogno di nessun portacenere puzzolente da dover pulire in seguito.

Discrezione e portabilità

5 motivi per vaporizzare

Sei una persona che è sempre in movimento? Benissimo. Utilizzare un vaporizzatore portatile soddisferà il tuo bisogno di essere discreto. Devi sapere che questi dispositivi sono molto simili alle sigarette elettroniche (quelle con i liquidi) che si vedono spesso in giro. Potrai trovare una vasta gamma di vaporizzatori online, validi o meno, alcuni con una capacità elevata della batteria e alcuni con la batteria ricaricabile intercambiabile. Questi dispositivi ti permetteranno di utilizzare il tuo vaporizzatore portatile tutta la giornata senza incombere nel solito incubo della batteria scarica.

Accessori Fondamentali se viaggi e utilizzi un vaporizzatore

Ti stai portando il tuo vaporizzatore in vacanza?

Assicurati di avere al tuo fianco tutti gli strumenti e gli accessori essenziali di cui hai bisogno. Di sicuro l’ultima cosa che vuoi scoprire è che hai lasciato a casa un accessorio o un pezzo di equipaggiamento fondamentale per la tua vaporizzazione. Qui, diamo uno sguardo a gli accessori chiave di cui avrai bisogno in questo viaggio, in modo tale che tu possa continuare a goderti la tua esperienza con il tuo vaporizzatore evitando tutti gli ostacoli che troverai sulla tua strada.

Arizer AIR

Quello che tutti cerchiamo quando portiamo un vaporizzatore in viaggio è mantenere al minimo l’ingombro e il peso del dispositivo indipendentemente da come stai pianificando il tuo viaggio. Questo articolo servirà a massimizzare al massimo lo spazio di imballaggio del tuo vapo e gli accessori da viaggio che risultano essenziali.

Portati il giusto vaporizzatore per il tuo viaggio

Il primo passo da fare quando si viaggia con un vaporizzatore è quello di selezionare il giusto modello per soddisfare le esigenze che questo spostamento vi chiederà. Avrai bisogno di qualcosa di compatto e facilmente trasportabile che sia abbastanza piccolo da entrare in una piccola tasca o borsa. Soprattutto leggero e discreto da poter utilizzare con semplicità ovunque.

g pro

Un dispositivo che possiamo consigliarti è il Wispr 2 della Iolite alimentato totalmente a butano, perfetto per viaggiare ovunque. In particolare per viaggi in campeggio o in luoghi in cui una fonte di energia potrebbe non essere sempre disponibile, vista la sua assenza di batterie.

wispr 2

Quando sarai in viaggio dovrai avere sempre il tuo materiale al fresco e al sicuro. Un grinder di buona qualità è decisamente un’ottima alternativa per conservare il tutto senza avere alcun problema. Questa si è rivelata veramente una soluzione multifunzionale.

Wispr 2

Un caricatore USB portatile è una grande idea se vuoi essere sicuro di non rimanere con il vaporizzatore scarico (tranne se non utilizzi il Wispr 2). Se stai viaggiando in auto, un adattatore USB per auto ti assicurerà di non rimanere a corto di carica.

In vendita online potrai trovare tantissimi custodie da trasporto, che si riveleranno una soluzione conveniente per tenere insieme tutti gli accessori del tuo vaporizzatore. In modo tale da non perdere nulla di importante durante il tuo viaggio. Esistono svariate custodie, sia morbide che rigide, leggere e veramente portatili, avendo a disposizione spazio per contenere oltre al dispositivo, cavi ricarica, batterie, boccagli ecc. Le custodie da viaggio si possono adattare facilmente a qualsiasi zaino, borsa o persino tasca.

vaporizzare in viaggio

Non importa dove ti troverai nel mondo, se avrai tutti gli accessori con te, ti sarà più facile che mai vaporizzare e goderti la migliore esperienza possibile che il tuo vaporizzatore ti potrà offrire.

Buon Viaggio!

CBD – Tutto quello che devi sapere

Nell’insieme delle persone che vaporizzano materiali secchi o concentrati abbiamo due grandi categorie. Chi vaporizza gli estratti del THC (cioè chi è interessato solo al principio attivo) e chi vaporizza il CBD.

THC CBD

In questo articolo capiremo la differenza tra i due e i benefici del CBD.

Cos’è il CBD?

Il CBD è un composto, al contrario del più conosciuto THC, che non ha proprietà psicoattive. Aiuta a chi vaporizza a rilassarsi, e sebbene agisca sul corpo, non ha gli stessi potenti effetti mentali di altre sostanze illegali.

THC CBD

 

Il CBD oltre ad essere noto per i suoi benefici medici ha le seguenti proprietà:

  • Antiossidante
  • Antinfiammatorio
  • Ansiolitico
  • Antidepressivo
  • Anti-tumorale
  • Analgesico
  • Anti-psicotici

Come funziona?

THC CBD

Il CBD agisce sui recettori del corpo per produrre un effetto terapeutico. Può anche aiutare a rilassare il dolore lavorando sui recettori del corpo, attraverso la stimolazione dei recettori dell’adenosina gestisce lo stress e gli stati d’animo, lavorando sui recettori della serotonina del corpo.

Il CBD ha un valore terapeutico medico per numerose condizioni tra cui:

  • Diabete
  • Cancro
  • Dipendenza da nicotina
  • Disturbi motori
  • Morbo di Parkinson
  • Dolore neuropatico e cronico
  • Osteoporosi
  • Epilessia
  • Ansia
  • Disturbi psicotici e schizofrenia

Differenze tra CBD e THC

Sono numerose le differenze tra THC e CBD e, sebbene la maggior parte dei ceppi abbia livelli elevati di THC, ce ne sono meno che hanno un alto contenuto di CBD.

THC CBD

Ecco alcune delle differenze che ci sono tra i due composti:

La differenza più importante è che il THC ha un effetto psicoattivo, rendendolo ottimo per l’uso ricreativo, l’altro invece non ha tale effetto ed è quindi il migliore per scopi medicinali. In alcuni casi può anche essere usato per trattare i bambini.

Ansia – Il THC la maggior parte delle volte può trasmettere ansia, l’altro è noto proprio per il suo favorire il rilassamento e ridurre l’ansia.

Antipsicotico – Il THC può a volte produrre un effetto psicotico, mentre il CBD ha proprietà antipsicotiche che possono renderlo un trattamento adatto per la schizofrenia.

Sonno – Chi utilizza il THC in genere è assonnato, mentre il CBD promuove la veglia, quindi è una scelta sbagliata per coloro che hanno bisogno di aiuto per dormire.

Legalità – Molti paesi hanno ancora leggi che vietano l’uso del THC ricreativo, tuttavia il CBD ha uno status misto. In alcune forme e in alcuni luoghi è considerato legale e autorizzato per l’uso nei bambini.

Consumare tabacco con i vaporizzatori

Vorresti utilizzare il tabacco con i vaporizzatori, diminuendo così i danni causati dalla combustione?

Bene! Esistono svariati tipi di vaporizzatori (portatili e da tavolo) da poter utilizzare con il tabacco.

Vaporizzare il tabacco vuol dire ridurre/eliminare tutte le sostanze nocive e chimiche rilasciate dalla combustione in generale. La combustione si può definire come la problematica maggiore dovuta al fumare ed è quella che crea più danni al nostro organismo. C’è anche da considerare che la nicotina presente nelle sigarette non è di poco danno per la nostra salute. Difatti la nicotina è considerata una droga a tutti gli effetti, difficile da eliminare dal nostro corpo e dannosa fino all’inverosimile.

Come puoi risolvere tutte queste problematiche?

Devi necessariamente provare un vaporizzatore. I vaporizzatori sono particolari dispositivi che non innescano in alcun modo il processo di combustione del materiale vaporizzato e eliminano le sostanze nocive presenti nei materiali, creando così un connubio tra qualità e salute. Ecco qui per voi una lista dei 4 migliori vaporizzatori adatti al consumo di tabacco.

G PRO PEN

Il G PRO della Grenco Science è un vaporizzatore portatile a penna. I loro produttori si vantano di progettare i dispositivi portatili più user friendly al mondo.

G PRO

La camera di riscaldamento del G PRO è in acciaio inox permettendo una buona qualità del vapore. Questo dispositivo funziona su tre diverse impostazioni di temperatura.

Una delle peculiarità di questo vaporizzatore è la sua facilità d’utilizzo, infatti dispone di un solo pulsante, da dove potrete accendere o spegnere il vaporizzatore o cambiare la temperatura. Il G PRO potrai utilizzarlo sia con erbe aromatiche che con tabacco, il tutto finemente tritato e mai pressato troppo all’interno del vaporizzatore.

G PRO

La luce LED nel normale funzionamento del dispositivo sarà di colore verde, mentre quando sarà scarica lampeggerà 4 volte e sarà rossa. Il vaporizzatore G PRO dispone della funzione di stand by, che si attiverà dopo 3 minuti di accensione continua. L’unità si adatta facilmente in tasca o borsa per l’ultima esperienza di vaporizzazione sempre comoda e pratica. Nel complesso, considererei il vaporizzatore G Pro come una buona scelta per chi sia alla ricerca di un dispositivo portatile a bassa manutenzione.

MAGIC FLIGHT – LAUNCH BOX

Il Launch Box della Magic Flight è un vaporizzatore portatile semplicemente fantastico dove potrai vaporizzare il tabacco o materiali secchi. Questo dispositivo dispone di batterie ricaricabili che si inseriscono direttamente nel vaporizzatore al momento dell’utilizzo e si estraggono quando si ha finito di vaporizzare.

Magic Flight - Launch Box

Il primo passo per una sessione di vaporizzazione di successo è il macinare il tuo materiale particolarmente bene. Se la macinazione è grossolana, il materiale non si scalda uniformemente facendoti perdere sostanzialmente una parte del tuo materiale. Per iniziare a vaporizzare basta inserire nell’apposito foro una batteria (carica) e premerla fino a quando il vapore inizierà a formarsi, ci vorranno circa 5-10 secondi.

Magic Flight - Launch Box

Vi accorgerete della fine della sessione di vaporizzazione in 2 modi o dal cambio del colore del materiale utilizzato o quando il vapore risulterà troppo caldo o dal gusto leggermente affumicato, li non dovrai fare altro che togliere la batteria e ricaricare il vaporizzatore con il vostro materiale secco preferito. Se con un ritmo di aspirazione un po’ più forte – questo aiuterà a raffreddare il vapore.

Questo dispositivo inoltre è completamente silenzioso e funziona solo quando la batteria viene inserita. La luce LED ti avviserà quando la batteria verrà inserita nel vaporizzatore. Un consiglio che possiamo darvi è quello di fare tiri estremamente lenti, per gustarvi al meglio il vapore prodotto dal materiale inserito.

PAX 3

Il PAX 3 ha esattamente la stessa dimensione del fratello PAX 2. Dal design accattivante ed estremamente portatile il dispositivo si adatta facilmente alla tua mano risultando uno dei vaporizzatori più comodi ed efficienti presenti sul mercato.

Vaporizzatore PAX 3

Nel PAX 3 troverai da un lato il boccaglio e dall’altro un coperchio magnetico che ti permetterà di non avere dispersione di materiale (che può essere materiale secco o tabacco). Con questo dispositivo potrai passare dal vaporizzare erbe secche a concentrati in pochi secondi con un facilità estrema.

Questo vaporizzatore ha a disposizione un solo pulsante per il controllo del dispositivo, da dove potrete accendere o spegnere il dispositivo o cambiare le impostazioni di temperatura, potendo così scegliere quella che fa al caso vostro. Il PAX 3 sarà pronto per l’uso in 10-20 secondi, cambia in base alle temperatura da voi scelta.

Vaporizzatore PAX 3

Il PAX 3 è un dispositivo molto potente qualitativamente parlando, in grado di presentarsi al meglio e di essere il migliore in ogni occasione, il PAX 3 è alimentato da una batteria agli ioni di litio 3500 mAh, purtroppo non removibile. Il fratellino minore PAX 2 ha una batteria il 15% meno potente.

La comoda APP che potrai scaricare gratuitamente negli store Android\IOS semplificherà ancora di più le tue sessioni di vaporizzazione.

BOUNDLESS CFV

Il vaporizzatore Boundless CFV è il primo dispositivo da loro creato totalmente a convezione. Il CFV si dimostra abbastanza efficace e qualitativamente positivo. La durata della batteria ti permetterà di fare 4 – 5 sessioni di vaporizzazione. In circa 2 ore riuscirete a ricaricare il vaporizzatore, la carica avviene tramite porta micro USB.

Boundless CFV

Il Boundless CFV è un vaporizzatore degno di nota, dalle ottime prestazioni e dal vapore veramente niente male. Con il CFV potrai vaporizzare cere, oli, erbe secche e tabacco. Nel complesso ha un ottimo rapporto qualità prezzo dandoti un’ottima esperienza di vaporizzazione ad un prezzo veramente competitivo.

Boundless CFV

Questo vaporizzatore dispone degli anelli di ritenzione del calore intercambiabili costruiti in diverso materiale, cosa mai vista prima in un dispositivo del genere. Questi anelli forniscono sapori variegati e un’incrementata ritenzione del calore del braciere.

Il Boundless CFV ha un tempo di riscaldamento veramente rapido, il vaporizzatore sarà pronto in solo 30 secondi. Il dispositivo è dotato di una modalità spegnimento automatico che si attiva dopo 4 minuti di utilizzo continuo.

Cannabis nel mondo

Una piccola panoramica per capire che tipo di posizione riveste la cannabis nei vari paesi del mondo.

Cannabis nel mondo

Dalla tolleranza, alla liberalizzazione sino alla pena di morte.

Sul tema “legalizzazione della cannabis” sono ormai molti anni che si discute in quante più diverse sedi, istituzionali e non. In moltissimi casi sia l’uso terapeutico che ricreativo sono perseguibili legalmente ma è pur vero che sono in atto diversi cambiamenti non poco rilevanti.

Le ricerche scientifiche e i mutamenti culturali hanno contribuito notevolmente ad informare gli utenti interessati. In più hanno fatto una maggiore chiarezza sulle caratteristiche reali di questa pianta tanto discussa.

IN USA

Usa Cannabis

Non pochi sono i cambiamenti che negli ultimi anni hanno visto protagonisti diversi stati d’America.

La California, in testa a tutti gli altri stati per la sua storia libertaria, sono ormai 20 anni che ha legalizzato la cannabis ad uso terapeutico, aprendosi poi successivamente anche all’uso ricreativo. Recentemente hanno aperto le frontiere all’uso medico anche Arkansas e Florida, all’uso ricreativo Massachussets e Nevada.

Nel complesso gli stati americani che hanno legalizzato la marijuana ad uso medico e/o ricreativo sono:

Washington, Colorado, Alaska, Michigan, Montana, New Jersey, Illinois, Arizona, California, Massachussets, Nevada, Maine, Oregon, Vermont, Connecticut e New Mexico.

AMERICA LATINA: URUGUAY!

Uruguay Cannabis

Al termine del 2013 il governo di Montevideo ha deciso di legalizzare la cannabis, facendola monopolio di stato esattamente come alcolici e tabacchi. Una volta compiuta la maggiore età è possibile registrarsi all’albo dei consumatori, acquistando e consumando marijuana.

EUROPA: IN POLE POSITION L’OLANDA

Holland Cannabis

Probabilmente la nazione più popolare al mondo per la vendita e il consumo di cannabis, gode di un turismo sfrenato proprio per le sue apparenti caratteristiche libertarie. In realtà la legislazione di questo paese non è troppo morbida, infatti distingue rigorosamente droghe leggere e droghe pesanti. La vendita o il possesso di cannabis sino a 30 grammi è perseguibile penalmente e prevede salatissime multe o l’arresto.

Il Ministero della giustizia ha quindi disposto le cose affinché si potesse accedere ad un uso personale (massimo 5 grammi) in determinati luoghi prestabiliti chiamati Coffee Shop.

Per quanto riguarda l’apertura all’uso medico, sono pochi più di dieci anni che nelle farmacie olandesi si vendono alcuni farmaci a base di cannabis.

IL SISTEMA PORTOGHESE

Portogallo Cannabis

In Portogallo, circa 15 anni fa, il governo socialista ha deciso di depenalizzare l’uso delle droghe. Ottenendo così una significativa riduzione delle morti per overdose, delle trasmissioni di HIV e del numero di consumatori.

È possibile, per esempio, possedere massimo 15 grammi di cocaina o 20 di cannabis senza essere perseguibili penalmente. Il punto per i portoghesi non è punire ma migliorare la qualità di vita sociale. Infatti considerano il consumatore non come un criminale bensì come un soggetto da aiutare, perché presumibilmente affetto da dipendenza.

SPAGNA

Spagna Cannabis

 

Da qualche anno in Spagna sono nati i “Cannabis Club”, associazioni che tramite iscrizione consentono il consumo di cannabis presso le proprie sedi.

Infatti, la vendita e il consumo sono in generale illegali nella penisola iberica. È tollerato l’uso domestico e una contenuta coltivazione in luoghi privati.

Nell’area della Catalogna, nel 2005, si è attivato un progetto pilota per l’uso terapeutico della cannabis, sperimentato su alcune centinaia di pazienti malati di sclerosi multipla e cancro.

FRANCIA E GERMANIA

Germania Francia Cannabis

In Francia l’uso, il consumo e la vendita di cannabis sono severamente punibili legalmente. Tre anni fa però è stata approvata una legge che consente la coltivazione e la vendita ad uso specificatamente medico. Infatti in farmacia è acquistabile il Savitex, farmaco a base di marijuana, solo tramite prescrizione medica.

Anche la Germania, un po’ come la Francia, non è molto aperta al tema delle droghe leggere, infatti la sola detenzione di queste sostanze è perseguibile penalmente.

In alcune zone del territorio si inizia a sperimentare l’uso terapeutico ma su un numero limitatissimo di malati.

ISRAELE

Israele Cannabis

Nel territorio israeliano sono circa 20 anni che si sperimenta e si fa ricerca sull’uso terapeutico di cannabis, tutto sotto il controllo costante del Ministero della Salute.

Il possesso di hashish o marijuana non è perseguibile penalmente sino ad un massimo di 15 grammi.

… BLACK COUNTRY …

Arabia Saudita, Cina, Iran, Malesia, Singapore sono alcuni dei luoghi in cui l’uso, la coltivazione e la vendita di cannabis (o altre sostanze) rappresentano un gravissimo reato, che può costare anche la vita.

In Malesia il possesso di circa 7 gr di cocaina è punito con la condanna a morte. A Singapore con la fustigazione, le grosse quantità sfociano invece nella pena di morte.

In Arabia Saudita sono previste pene corporali o il carcere in caso di uso personale. La vendita, in Iran, è direttamente punita con l’impiccagione.

Arizer Air VS Crafty Storz & Bickel

Sfida tra 2 colossi della vaporizzazione

In questo articolo guarderemo con più attenzione due dispositivi veramente interessanti, li metteremo a confronto e vi aiuteremo nella scelta del del suo acquisto. Guardiamo insieme questa grande sfida Arizer Air VS Crafty Storz & Bickel.

L’AIR è prodotto da Arizer, stessi creatori dell’ Extreme Q, del V- Tower e del famoso Solo. Mentre il CRAFTY è prodotto dalla Storz & Bickel produttore di prodotti come Mighty, Plenty o Volcano. Continuiamo con più informazioni riguardanti questi due colossi.

Tra i due vaporizzatori portatili il Crafty vince la sfida della qualità del vapore. Il Crafty riporta molti vantaggi in più rispetto ad un dispositivo nella media,  producendo una qualità del vapore incredibile. Il vaporizzatore portatile Crafty utilizza sia il riscaldamento a convezione che a conduzione, per fornire vapore rapidamente in modo efficiente. Questa unità dispone di una camera ampia, in più grazie alla sua cooling unit (unità di raffreddamento) il vapore arriverà alla vostra bocca sempre fresco, permettendoti di fare tiri più lunghi e gradevoli. Tendenzialmente l’Arizer AIR ti permette di fare più sessione in confronto al Crafty.

DESIGN

Arizer AIR

Il dispositivo Arizer Air è una copia migliorata dell’ Arizer Solo. Utilizza una camera di riscaldamento in acciaio inox e i boccagli sono di vetro per mantenere l’esperienza di vaporizzazione efficiente. Lo stelo ha la funzione di raffreddare il vapore, ma purtroppo non è ancora sufficiente per superare il raffreddamento del vapore del Crafty.

Il Crafty è composto per la maggior parte da plastica che, in questo caso, non è affatto una questione negativa. Mentre l’AIR è un dispositivo dal design molto affidabile e robusto dalla scocca dello stesso materiale del SOLO con la differenza che risulta più leggero e di alta qualità.

TEMPERATURA

Crafty Storz & Bickel

Con il vaporizzatore portatile Crafty della Storz & Bickel avrai a disposizione 2 impostazioni di temperatura da poter utilizzare, temperatura standard e temperatura di riarmo. Il Crafty ha però un asso nella manica, cioè l’APP gratuita da dove potrai gestire con molta facilità la temperatura del dispositivo, così da poter scegliere le impostazioni ideali per la vostra vaporizzazione.

L’Arizer AIR invece ha 5 impostazioni di temperatura da poter scegliere utilizzando i pulsanti (su e giù) presenti sul dispositivo. Le temperature variano da 180°C a 210°C. Sarà possibile modificare questa impostazione di temperatura in maniera semplice e veloce. Da questo punto di vista il vaporizzatore portatile Arizer AIR è leggermente più pratico.

PORTABILITÀ

Arizer AIR

Il Crafty della Storz & Bickel è un’unità piuttosto piccola ed è abbastanza semplice da portare con voi grazie al suo boccaglio inclinabile verso l’interno, dando così la possibilità di sparire accorpandosi con il vaporizzatore.

L’AIR non è solo bello e leggero, ma ha anche un design a forma di “tubo” che ti permette di riporlo comodamente in tasca. Uno dei punti deboli di questo vaporizzatore è il boccaglio in vetro, che risulta fragile. Arizer si è occupato di questo fornendo compreso il vaporizzatore una custodia, dove potrai inserire non solo il tuo AIR ma anche boccagli batterie di ricambio.

DISCREZIONE

Crafty APP

 

Il Crafty fa tutto il possibile per essere il più piccolo e discreto possibile. Il boccaglio si muove dentro e fuori e il suo colore è nero furtivo e evita rumori fastidiosi durante il funzionamento.

L’AIR invece è un dispositivo abbastanza piccolo e può stare nel palmo della mano. Tra i due dispositivi possiamo che Il Crafty è semplicemente fantastico , ma l’AIR è più consigliato se si vuole effettuare una sessione furtiva.

FACILITÀ D’UTILIZZO

Arizer AIR

Il Crafty è un dispositivo molto semplice da usare. L’unico pulsante si occupa di accendere e spegnere l’unità nonché di selezionare la temperatura di riarmo dell’unità dopo che è andato in stand-by. L’APP è abbastanza intuitiva, consentendo agli utenti di cambiare le varie impostazioni del Crafty, incluse le impostazioni di temperatura.

Tutte le funzioni dell’ AIR si modificano tramite il pulsante (con 3 controlli). Questo pulsante viene utilizzato per accendere e spegnere l’unità e per cambiare la temperatura.

BATTERIA

La durata della batteria del Crafty e dell’AIR sono molto simili, con la differenza fondamentale che il Crafty  gestisce più efficacemente la propria potenza della batteria. Lo stand-by è molto preciso, allo scoccare del sessantesimo secondo si spegnerà assicurando nessuno spreco alcuno di  energia, consentendo così all’unità di durare più a lungo nella sessione di vaporizzazione.

Crafty

RISCONTRO FINALE PER QUESTI 2 COLOSSI

Questa è stata una battaglia veramente complessa, alla fine, però, ci può essere un solo vincitore.

Anche se l’AIR è un guerriero incredibile, il Crafty vince questa battaglia. Possiamo affermare che il costo Crafty leggermente più alto dell’AIR  è giustificato dalla sua tecnologia elevata. Questa tecnologia migliora le prestazioni del dispostivo. Teniamo a precisare che sia il Crafty che l’AIR sono 2 vaporizzatori portatili TOP CLASS con riscaldamento a conduzione. Qualsiasi sarà la vostra scelta fra i 2, non ve ne pentirete in alcun modo.

Vaporizzatori per il 2017

Ecco qui una mini guida utile alla scoperta dei Vaporizzatori per il 2017. Negli ultimi anni sta spopolando sempre più l’utilizzo di dispositivi portatili come i vaporizzatori per erbe secche. Questo è dovuto in particolar modo all’emergere di studi come per esempio quelli finanziati dalla “Cancer Research UK”. Questi studi sostengono che vaporizzare è meno dannoso per la nostra salute. Chi ha intenzione di approcciarsi a questi nuovi dispositivi ha una vasta scelta di validi prodotti acquistabili facilmente in negozi o o qui sul nostro sito Vapoville.it.

Una volta sperimentati vantaggi e convenienza di un buon vaporizzatore (soprattutto se portatile) risulta molto difficile tornare alle vecchie abitudini.

Abbiamo stilato per voi un elenco aggiornato dei migliori vaporizzatori per il vostro 2017 in maniera tale da poter trovare il dispositivo giusto senza girare per decine di siti, blog e forum. Troverete qui una lista completa di questi dispostivi, poco più in basso ne parliamo più nel dettaglio.

Crafty/Mighty di Storz & Bickel

Mighty e Crafty

(Riscaldamento a Convezione)

I vaporizzatori portatili Crafty e Mighty sono due colossi della vaporizzazione. Tutti e due risultano veramente portatili. La caratteristica del Mighty è che ha raddoppiato la durata della batteria in confronto al suo fratellino Crafty, permetterà fino a otto sessioni complete di utilizzo continuo per una durata di circa 80 minuti, il che non è proprio male. La società che li produce è la Storz & Bickel, azienda tedesca che guarda caso produce il maestoso e leggendario Volcano Classic e Digit, dispositivo noto per la sua longevità infinita. Il Crafty e il Mighty sono indiscutibilmente la scelta migliore sia se si vuole vaporizzare in compagnia sia si vuole vaporizzare da soli.

FireFly2

FireFly 2

(Riscaldamento a Convezione)

Il Firefly 2 è vincitore di due premi: il miglior sapore e il miglior vapore. La sorgente di calore del FireFly 2 non è a contatto diretto con il materiale secco da vaporizzare. Questo permette di effettuare anche sessioni di vaporizzazione non complete conservando il resto per un utilizzo successivo. Questa si rivela una caratteristica molto conveniente per gli utilizzatori frequenti del vaporizzatore.  Possiamo confermare che Il vaporizzatore Firefly 2 riesce a fornire una qualità del vapore superiore.

Arizer SOLO 2

Arizer Solo 2

(Riscaldamento a Convezione)

Il SOLO 2 dell’Arizer ha introdotto nuove funzionalità e un display a LED tutto nuovo efficiente e facile da utilizzare. Le prestazioni di questo dispositivo e la qualità del vapore prodotto sono a dir poco eccezionali. La facilità d’utilizzo e il design rendono il SOLO 2 resistente e confortevole. Le dimensioni di questo dispositivo non sono ridottissime, tuttavia, l’incredibile qualità del vapore e la sua forma confortevole rendono il Solo 2 una delle migliori scelte se si vuole vaporizzare da soli o in compagnia

DaVinci IQ

DaVinci IQ

(Riscaldamento a Conduzione)

Il DaVinci IQ è uno dei vaporizzatori portatili che ci ha veramente stupiti, infatti quasi potremmo etichettarlo come uno dei migliori vaporizzatori per erbe secche in assololuto. L’IQ è sorprendente e abbastanza semplice da utilizzare. Costruito con materiali di primissima qualità, il percorso dell’aria è zirconio e mantiene il vapore corposo e fresco. Una delle peculiarità dell’ IQ è la personalizzazione delle impostazioni di temperatura con l’utilizzo di tecnologia brevettata Smart Path per sessioni ottimali. Questo vaporizzatore si  può usare anche tramite APP per android e IOS . Se sei un utente esperto di tecnologia e ami nuovi gadget, l’IQ è per te.

PAX 3

Pax 3

(Riscaldamento a Conduzione e Convezione)

Il PAX 3 è tanto intelligente quanto elegante. Compatibile anche con cere e concentrati. Con il PAX 3 avrai a disposizione una serie di funzionalità high-tech tra cui Bluetooth, APP per smartphone e feedback aptici. La tecnologia di questo dispositivo attiva il calore quando il dispositivo viene portato vicino alle labbra e subito dopo  raffreddato quando viene rimosso. PAX Vapor.

HAZE DUAL V3

Haze Dual V3

(Riscaldamento a Conduzione e Convezione)

Haze Dual V3 tramite il suo doppio fornelletto ti permette di vaporizzare erbe secche e concentrati, difatti quello che rende veramente particolare questo dispositivo è che ti permette di vaporizzare entrambi i materiali nella stessa sessione! Haze Dual V3 è dotato cassettini removibili per caricare i materiali secchi per l’uso non nell’immediato. Ognuno può essere caricato con materiali secchi o con cere. Il vapore freddo, l’estrazione facile e l’interfaccia semplice rendono l’Haze Dual V3 un grande vaporizzatore di ottima qualità e portabilità. La qualità migliore rimane in ogni caso il doppio fornelletto.

G PEN ELITE della GRENCO Science

G Pen Elite

(Riscaldamento a Conduzione e Convezione)

Il vaporizzatore a penna G Pen Elite è un vaporizzatore elegante con un design ergonomico. La semplice interfaccia ELITE consente un preciso controllo della temperatura tramite uno schermo LCD da dove potrai visualizzare le impostazioni e la temperatura. Il fornelletto in ceramica fornisce vapore potente e qualitativamente buono. La G Pen Elite è stato uno dei vaporizzatori più diffusi sul mercato nell’ultimo anno. Questo vaporizzatore è abbastanza economico e veramente facile da utilizzare.

SUMMIT + della Vapium

Summit +

(Riscaldamento a Conduzione e Convezione)

Il Summit+ della Vapium è costruito per utilizzarlo in condizioni estreme. Ha grandi pulsanti, un avviso di vibrazione e una camera magnetica, il dispositivo è veramente facile da caricare. Potrai utilizzarlo in Bicicletta, Snowboard, Camper e mentre viaggi. Il Summit+ dispone di un’applicazione per dispositivi smartphone da dove potrai controllare le impostazioni della temperatura e del dispositivo. Se lo si desidera potrete utilizzarlo tranquillamente anche nel vostro salotto. Questo vaporizzatore è amato da tutte le persone che amano vaporizzare all’aperto e in movimento.

Ora non vi resta che scegliere il vostro dispositivo preferito e iniziare a vaporizzare nel migliore dei modi.

Vaporizzatori: uso medico

Oltre all’uso ricreativo, è importante non dimenticare le altre funzioni che i vaporizzatori possiedono. Infatti sono dispositivi spesso utilizzati per scopi terapeutici.

In Canada, per esempio, questi dispositivi vengono ordinariamente forniti dall’assistenza sanitaria a gli individui che soffrono di dolorose patologie o gravi malattie come il cancro. Certo, non tutti i vaporizzatori sono uguali. Non tutti i vaporizzatori sono concepiti a scopo medico.

Ecco di seguito riportata una breve lista di 4 errori da non commettere se si desidera acquistare un vaporizzatore per fini terapeutici:

1) Non basarsi esclusivamente sui costi

Il rapporto qualità prezzo e il risparmio sono spesso punti essenziali per noi molti noi quando si vuole acquistare qualcosa. Tuttavia, questo non dovrebbe mai essere l’unico punto da prendere in considerazione. Difatti se si ha un certo tipo di aspettative non ci si può proprio orientare all’acquisto basandosi semplicemente sul prezzo.

Spendere in maniera giusta

2) Non informarsi

Immagina di acquistare un vaporizzatore e scoprire poi che il dispositivo non soddisfa le tue aspettative. Spesso si rimane delusi e anche scontenti per l’inutile spreco di denaro, quindi bisogna evitare di acquistare qualcosa in maniera compulsiva.

La prima cosa da fare per iniziare a determinare quale vaporizzatore possa fare al proprio caso è necessario fare un po’ di ricerca. Oltre a leggere tutte le caratteristiche che si possono trovare sul sito di vendita ufficiale, è importante acquisire quante più informazioni possibili da i blog e dalle riviste online che recensiscono e trattano tali dispositivi.

Cercare e informarsi

Svolgendo quindi un’approfondita ricerca sul web è possibile iniziare a comprendere tutti gli elementi che riguardano il mondo dei vaporizzatori e a farsi un’idea di quale potrebbe essere il dispositivo ad uso medico che faccia al caso proprio.

3) Non conoscere il tipo di materiale che si intende vaporizzatore

Un errore comune in cui spesso si incorre è quello di non informarsi e non utilizzare in maniera appropriata i materiali terapeutici e quindi importante informarsi e ricercare quante più informazioni sul tipo di materiali che si desidera vaporizzare e approfondendone quanti più dettagli possibili. Riportiamo qui di seguito alcune delle erbe più utilizzate in aromaterapia e le loro temperature ideali di vaporizzazione:

Aromaterapia

  • Camomilla 100°C a 125°C
  • Passiflora 100°C a 150°C
  • Ginkgo 125°C a 175°C
  • Ginseng 175°C a 200°C
  • Valeriana 185°C a 200°C

4) Guardare solo i vaporizzatori da tavolo

Spesso si pensa che per l’uso medico si debba investire esclusivamente su i vaporizzatori da tavolo. Questi dispositivi garantiscono vapore di qualità e possiedono un preciso controllo della temperatura. D’altra parte ci saranno volte in cui avrai bisogno di assumere la terapia al di fuori dell’ambiente domestico. In questi casi è utile disporre di un vaporizzatore più piccolo da poter essere portato ovunque. Un piccolo dispositivo dall’aspetto discreto che si infili facilmente in un tasca. Ma come nel caso dei vaporizzatori da tavolo, il dispositivo portatile merita delle ricerche prima del suo acquisto. Anche molti vaporizzatori portatili dispongono della possibilità di selezionare diverse temperature.

Volcano vaporizzatori

Conclusioni

In molte nazioni quindi i vaporizzatori sono considerati a tutti gli effetti dispositivi medici. Come già detto oltre all’uso ricreativo, i vaporizzatori godono dell’importante possibilità di alleviare le condizioni di chi soffre per diversi disturbi. Non tutti i vaporizzatori sono uguali e addentrandosi in questo mondo è possibile scoprire la vasta gamma di possibilità che si ha a disposizione.

È importante ricordare che c’è una rilevante differenza tra il fumo e il vapore e per coloro che vogliono smettere di fumare il vaporizzatore potrebbe essere il dispositivo adatto per assumere nicotina evitando la combustione e quindi senza inalare fumo dannoso.

La tua abitazione e gli oli essenziali

Precisiamo che gli oli essenziali sono puri al 100% e molto potenti. In qualche caso potrebbero causare addirittura irritazioni, sia al viso che al resto del corpo. Sarebbe sempre consigliato diluire l’olio essenziale con altri oli veicolanti come l’olio di mandorle dolci. Questo passaggio si può evitare se lo si utilizza con vaporizzatori per aromaterapia o diffusori per l’ambiente.

Fate molta attenzione a non far entrare in contatto i vostri bambini con gli oli essenziali specialmente se neonati.

Pochi oli come quelli agli estratti di camomilla blu o lavanda possono essere utilizzati senza alcun problema con i neonati. Informatevi sempre molto bene prima di utilizzarli. Qui ti spieghiamo come funziona la tua abitazione e gli oli essenziali che devi prendere in considerazione

Un’ultima regola importante è quella di acquistare sempre prodotti di qualità 100% biologici estratti con il metodo della distillazione a vapore o della spremitura.

  • Cannella
  • Citronella
  • Limone
  • Timo
  • Eucalipto
  • Menta
  • Pompelmo
  • Tea Tree
  • Rosmarino
  • Lavanda

La tua abitazione e gli oli essenziali da poter utilizzare sempre e quando ne senti il bisogno

Olio Essenziale di Cannella

Olio Essenziale di cannella

Ha un profumo caldo e speziato, questa è consigliata nella stagione invernale e autunnale per riequilibrare e riattivare il proprio metabolismo. Stimola quasi tutte le nostre funzioni primarie tra cui circolazione, respirazione e digestione. Aggiungendo qualche goccia di olio al tuo bagno avrai un effetto stimolante, potrai anche massaggiarlo direttamente sul corpo diluendo la cannella con un po’ di olio di mandorle dolci (fase molto importante). L’olio essenziale di cannella è perfetto se si vuole creare un’atmosfera un po’afrodisiaca, diffondendone qualche goccia nell’ambiente. Questo farà sentire i vostri ospiti protette e al sicuro.

Olio Essenziale di Citronella

Olio essenziale di citronella

Se il tuo obiettivo è sbarazzarti delle zanzare (e delle tarme)questo olio essenziale è il più indicato. Potrai anche produrre nel momento del bisogno una crema antizanzare. Diluite qualche goccia di olio di citronella in una crema neutra che si può comprare in erboristeria e spargerla successivamente nelle zone più esposte ai pizzichi di zanzare. Inoltre l’olio essenziale di citronella serve anche a stimolare  il sistema nervoso, aiutandoti a riacquistare calma e relax, riuscendo ad allontanare i pensieri tristi

Olio Essenziale di Limone

Olio essenziale di limone

Questo olio essenziale è molto apprezzato dal pubblico consumatore. Se vuoi sfruttare al massimo le sue potenzialità diffondilo nell’ambiente tramite vaporizzatore o diffusore quando si ha bisogno di un po’ di energia in più, concentrazione e memoria. L’olio essenziale di limone si può utilizzare anche per fare maschere per pelle grassa e massaggi anticellulite. Ricordatevi di non utilizzarlo sulla pelle se poi dovete esporvi alla luce diretta del sole.

Olio Essenziale di Timo

Olio essenziale di timo

Il suo potere antibatterico è effettivamente la sua grande peculiarità. Abbiamo a disposizione due tipi di olio essenziale di timo, rosso e bianco, il rosso è quello più intenso, mentre il bianco è quello più delicato. In periodi di malattie fastidiose come influenza potrete diffondere nell’ambiente poche gocce di questa essenza e in un battibaleno tutto diventerà più purificato e salubre. È ottimo inoltre per favorire la microcircolazione nei dolori reumatici.

Olio Essenziale di Eucalipto

Olio essenziale di eucalipto

L’ olio essenziale di Eucalipto è molto utilizzato in campo farmaceutico per realizzare rimedi per tosse e mal di gola. Un metodo di utilizzo veramente valido è quello di fare suffumigi con acqua calda, bicarbonato e eucalipto, questa essenza vi darà una sensazione di freschezza e benessere alle vie respiratorie. Potrete anche farvi un impacco anti tosse diluendo qualche goccia di olio essenziale di eucalipto in un cucchiaio di olio di mandorle dolci e massaggiarlo sul petto, coprendolo poi con un panno caldo, ripetendolo 2 o 3 volte.

Olio Essenziale di Menta

Olio essenziale di menta

Questa essenza si rivela veramente molto potente. Se si ha bisogno di essere stimolati e motivati. Il profumo della menta è in grado infatti di allontanare i pensieri poco felici. Inoltre dispone di un potere antinevralgico, puoi utilizzarlo sia attraverso la diffusione nell’ambiente sia massaggiando poche gocce di olio (diluite in olio di mandorla dolce) sulle tempie. L’olio essenziale di menta è un potente digestivo consigliata per i disturbi gastrointestinali.

Olio Essenziale di Pompelmo

Olio essenziale di pompelmo

L’olio di pompelmo è un tonico eccezionale, ottimo rigenerante sia a livello fisico che mentale. Contiene  molta vitamina C e in genere si utilizza contro raffreddore e influenza oltre che per stimolare il sistema immunitario. Se invece avete bisogno di tirare su il vostro morale basterà diffondere nell’ambiente alcune gocce di quest’olio essenziale, dopo poco proverete già un senso di sollievo. Non utilizzate questo olio essenziale se poi dovete esporvi alla luce diretta del sole e se state assumendo medicinali.

Olio Essenziale di Tea Tree

Olio essenziale di tea tree

Il Tea tree è l’olio essenziale per eccellenza, utile in svariate situazioni. Questa essenza è veramente versatile. Allevia punture di insetti, acne e foruncoli, micosi, infiammazioni a gengive, lievi ustioni, eritema solare, herpes e forfora.

Olio Essenziale di Rosmarino

Olio essenziale di rosmarino

Diffuso nell’ambiente ha proprietà importanti come quella della menta. La sua essenza migliora la concentrazione e la memoria, consigliato per chi deve studiare dato che allevia nervosismo e ansia. In più questa pianta aiuta il buonumore. L’olio essenziale di rosmarino ha forti poteri depurativi, aiutanod eliminare tossine negative per il nostro stato d’animo. Viene anche utilizzato per fare impacchi sulla cute per evitare la caduta di capelli o per aiutare il cuoio capelluto a rigenerarsi.

Olio Essenziale di Lavanda

Olio essenziale di lavanda

Questa particolare essenza è consigliato in tutte le situazioni in cui bisogna calmare e rilassare il fisico e la mente. È utile in caso di insonnia, ansia  e nervosismo. Potrai spargere qualche goccia sul cuscino se si fa fatica a prender sonno. Se hai dolori addominali o pre-mestruale potrai utilizzare questo olio essenziale, in pochissimo i tuoi dolori verranno alleviati.

Ricordatevi sempre di diluire gli oli essenziali con dell’olio di mandorla dolce (a meno che non utilizziate un vaporizzatore o un diffusore). Questo è fondamentale per evitare inutili irritazioni.